lunedì 9 novembre 2015

Illegittimo il licenziamento economico se c'è discriminazione


Il lavoratore, però, ritenendo che siano carenti i motivi economici posti alla base del recesso e che, comunque, il licenziamento è dovuto a motivi discriminatori, lo impugna.

Senonché in primo grado il Tribunale respinge il ricorso del dipendente.

In secondo grado invece la Corte d'Appello, riconosciuta l'illegittimità del licenziamento, dispone la reintegra nel posto di lavoro.

Secondo la Corte, infatti, il licenziamento non è realmente dovuto alla crisi aziendale (che in effetti risale a diversi anni prima), ma a ritorsione.

Lo dimostra il fatto che il lavoratore, dopo essersi iscritto ad un sindacato, aver subìto l'imposizione di ferie e permessi concentrati nell'ultimo periodo, è stato licenziato in tronco, cioè senza preavviso.

A questo punto l'azienda propone ricorso per cassazione sostenendo che:

  • in presenza di crisi pluriennale, il datore può licenziare i dipendenti in qualsivoglia momento decida di sopprimere la posizione organizzativa;
  • la Corte d'Appello è entrata nel merito delle scelte imprenditoriali, che sono invece lasciate alla discrezionalità del datore di lavoro;
  • l'iscrizione al sindacato, le ferie ed i permessi concentrati, il licenziamento in tronco, non denotano discriminazione perché non sono concordanti tra loro.

Ma la Corte di Cassazione conferma la decisione di secondo grado.

Secondo la Cassazione infatti, premesso che la Corte d'Appello ha accertato che la crisi aziendale era risalente nel tempo, compito del giudice è quello di verificare se il motivo alla base del licenziamento sia esistente al momento della comunicazione di recesso.

Nella fattispecie il licenziamento è dovuto a motivi discriminatori.

Lo dimostrano gli elementi emersi in secondo grado (iscrizione al sindacato, ecc.).

Al riguardo non è necessario che essi siano concordanti tra loro, essendo sufficiente l'esistenza di almeno uno di essi.

Il licenziamento è quindi illegittimo e va disposta la reintegra del dipendente nel posto di lavoro.

Vedi anche:

Guida al Licenziamento Economico (o per Giustificato Motivo Oggettivo)

Soluzioni e Rimedi Alternativi al Licenziamento Economico

Avv. Francesco Barletta
www.licenziamento-dimissioni.com

Contribuisci anche tu a far crescere il sito!
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui principali social network.

Nessun commento:

Posta un commento