lunedì 9 marzo 2015

Il Jobs Act prevede il contratto di ricollocazione per il lavoratore illegittimamente licenziato


La nuova normativa appena varata dal Governo apre le porte al contratto di ricollocazione, destinato a sostenere il reddito del lavoratore che perde il posto e finanziato da un apposito fondo istituito presso l'Inps.

Potranno beneficiare del nuovo strumento i lavoratori assunti a partire dal gennaio 2015 con contratto a tempo indeterminato, i quali vengano successivamente licenziati illegittimamente.

Questi lavoratori potranno ottenere un voucher che potrà essere utilizzato presso un'agenzia per il lavoro.

Presentando il voucher presso l'agenzia si avrà diritto a sottoscrivere un contratto di ricollocazione con la stessa, il quale garantirà al lavoratore l'assistenza dell'agenzia nella ricerca di un nuovo impiego ed una adeguata formazione e riqualificazione professionale, mirata ad ottenere sbocchi occupazionali coerenti con le capacità lavorative del dipendente.

L'ammontare previsto dal voucher potrà essere incassato dall'agenzia solo a risultato ottenuto.

Attualmente il contratto di ricollocazione lo si sta sperimentando nella regione Lazio, per risolvere la crisi occupazionale generata da Alitalia.

Si spera dunque che questo strumento, ora previsto per una platea più ampia di lavoratori, possa costituire un valido sostegno per quei dipendenti che, loro malgrado, vengono a trovarsi senza occupazione.


Avv. Francesco Barletta
www.licenziamento-dimissioni.com

Contribuisci anche tu a far crescere il sito!
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui principali social network.

Nessun commento:

Posta un commento