venerdì 28 novembre 2014

Licenziamento economico valido per la società controllante, anche se intimato dalla società controllata

Vedi anche:


Un lavoratore viene licenziato per motivi economici dalla società A, alle cui dipendenze presta la propria attività.

Il dipendente, tuttavia, impugna il licenziamento, sostenendo di avere avuto un rapporto di lavoro anche con la società B, controllante (capogruppo) della società A, e che pertanto il recesso avrebbe dovuto essere intimato in forma scritta dalla società B.

Sul punto interviene il Giudice del Lavoro, il quale accerta che il licenziamento è stato intimato in forma scritta dalla società A e che la lettera di recesso è stata firmata da un soggetto avente la qualifica di legale rappresentante sia della società A che della società B.

La lettera è quindi idonea ad esprimere la volontà di entrambe le società di voler recedere dal rapporto di lavoro.

Di conseguenza il licenziamento è legittimo, e lo sarebbe stato anche nel caso in cui il lavoratore avesse dimostrato l'esistenza di un rapporto di lavoro con la società B.

Vedi anche:


Avv. Francesco Barletta
www.licenziamento-dimissioni.com

Contribuisci anche tu a far crescere il sito!
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui principali social network.

Nessun commento:

Posta un commento