lunedì 17 novembre 2014

Il licenziamento del dipendente pubblico. Motivi di impugnazione, rimedi e tutela


Il licenziamento del dipendente pubblico (ivi incluso il dirigente pubblico) è soggetto a norme particolari, in parte differenti da quelle valevoli per il lavoratore del settore privato.

La materia, di per sé non semplice, è resa ancor più complessa dalle continue modifiche normative.

Di qui l’esigenza della presente guida, il cui scopo è quello di fungere da punto di riferimento per quanti, amministrazioni o lavoratori, hanno la necessità di intimare un licenziamento o difendersi da esso.

Di seguito vengono elencati gli argomenti trattati:

  • Casi in cui la Pubblica Amministrazione è tenuta a recedere dal rapporto di lavoro.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico dovuto all'impossibilità di svolgere la prestazione lavorativa.
  • Forma dell'atto di licenziamento del dipendente pubblico.
  • Motivi di licenziamento del dipendente pubblico.
  • Organo competente ad intimare il licenziamento del dipendente pubblico.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico per ragioni disciplinari: procedura, ufficio competente, obblighi a carico della Pubblica Amministrazione, contestazione dell'infrazione e relativo termine, casi di invalidità del licenziamento, termine per la conclusione del procedimento.
  • Casi principali di licenziamento disciplinare del dipendente pubblico .
  • Il licenziamento per ragioni discriminatorie: casi, onere della prova, intento discriminatorio e infrazioni disciplinari, conseguenze.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico in periodo di gravidanza, maternità e paternità: conseguenze, diritti del lavoratore, onere della prova, cautele della Pubblica Amministrazione, inizio del periodo di gravidanza, tutela spettante in caso di adozione.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico a causa di matrimonio: conseguenze, diritti del lavoratore, onere della prova, cautele della Pubblica Amministrazione.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico durante il periodo di prova: il problema della motivazione, conseguenze in caso di illegittimità, il c.d. doppio periodo di prova.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico per inidoneità psicofisica: accertamento dell'inidoneità, soluzioni alternative al licenziamento, provvedimenti cautelari, rifiuto di sottoporsi all'accertamento e relative conseguenze.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico per raggiungimento del massimo contributivo: aggiornamenti e ripristino della norma originaria, categorie di dipendenti esclusi dal licenziamento, requisiti per procedere al recesso, permanenza in servizio oltre l'età pensionistica.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico per condanna penale: norme applicabili e casi, rapporti tra processo penale e procedimento disciplinare.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico per eccedenze di personale o per ragioni economiche: obblighi e divieti a carico della Pubblica Amministrazione, tipologie di eccedenza, procedura di mobilità collettiva, misure e provvedimenti adottabili dall'amministrazione e relativo termine di adozione, alternative al licenziamento del dipendente pubblico, collocamento in disponibilità ed effetti per il dipendente.
  • Diritti del dipendente pubblico in caso di illegittimità del licenziamento.
  • Il licenziamento del dirigente pubblico: ipotesi di recesso, responsabilità dirigenziale e relative conseguenze, spoils system e garanzie in favore del dirigente pubblico, procedimento disciplinare.
  • La risoluzione consensuale del rapporto di lavoro con il dirigente pubblico.
  • Diritti del dirigente pubblico in caso di illegittimità del licenziamento.
  • Il licenziamento del dipendente pubblico nella contrattazione collettiva.

Tutto questo viene analizzato nella guida, realizzata con un linguaggio semplice e comprensibile a tutti, sulla base delle esperienze maturate sul campo.

Numerosi sono i precedenti giudiziari citati, i riferimenti normativi e le note a corredo.

Attualmente la guida è la più completa presente sul mercato.

Essa si rivolge sia al lavoratore che all'amministrazione.

***

Questo è un post a contenuto aggiunto.

Rappresenta una vera e propria consulenza professionale sull'argomento e pertanto ha un costo (€ 25,00).

Se vuoi acquistarlo e leggerlo per intero, dopo avere inserito codice fiscale (se non sei dotato di partita iva) o partita iva (se sei dotato di partita iva), necessari per la fatturazione, clicca sul seguente pulsante Paypal!

A pagamento avvenuto, comparirà un link intitolato "Torna al sito Avv. Francesco Barletta". Clicca sul link e potrai scaricare il post in formato PDF.

In caso di problemi nel download, o se vuoi effettuare il pagamento con altra modalità, scrivi a francesco_barletta@libero.it


Codice Fiscale
Partita Iva

Nessun commento:

Posta un commento