martedì 25 marzo 2014

Illegittimo il licenziamento del dipendente per uso personale della mail e del pc aziendale


Utilizzare la mail aziendale per scopi privati ed installare software sul pc aziendale non è sufficiente a giustificare il licenziamento per giusta causa.

A salvare il dipendente è stato il contratto collettivo applicabile al rapporto di lavoro il quale, per le condotte summenzionate, prevedeva l'applicazione di una sanzione conservativa del rapporto di lavoro e non invece il licenziamento.

Il recesso è stato quindi dichiarato illegittimo e l'azienda è stata condannata a reintegrare il dipendente nel proprio posto di lavoro, oltre a risarcirgli il danno subìto.

Clicca qui per l'approfondimento.

Vedi anche:


Avv. Francesco Barletta
www.licenziamento-dimissioni.com

Contribuisci anche tu a far crescere il sito!
Se ti è piaciuto questo flash, commentalo qui sotto o condividilo sui principali social network.

Nessun commento:

Posta un commento