lunedì 9 settembre 2013

Nuovi incentivi per favorire l’occupazione

Allo scopo di promuovere l’occupazione, sono stati recentemente previsti nuovi incentivi per le assunzioni.

In particolare, al datore che assume, con contratto a tempo indeterminato, lavoratori di età compresa tra i 18 ed i 29 anni privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, oppure privi di un diploma di scuola media superiore o professionale, spetta, per ogni lavoratore assunto e per 18 mesi, un incentivo economico pari a un terzo della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, con un tetto massimo di € 650,00 mensili.

Allo stesso modo, al datore che trasforma un contratto a tempo determinato in un contratto a tempo indeterminato (sempre che il lavoratore abbia un’età compresa tra i 18 ed i 29 anni e sia privo di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, oppure sia privo di un diploma di scuola media superiore o professionale), spetta, per ogni lavoratore e per 12 mesi, un incentivo economico pari a un terzo della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, con un tetto massimo di € 650,00 mensili.

E’ stato inoltre previsto che, al datore di lavoro il quale, senza esservi tenuto, assuma a tempo pieno e indeterminato lavoratori che fruiscono dell’indennità di disoccupazione (ora denominata ASpI, ovvero Assicurazione Sociale per l’Impiego), spetta un contributo mensile pari al 50% dell’indennità di disoccupazione residua che sarebbe stata corrisposta al lavoratore qualora non ci fosse stata l’assunzione.

Avv. Francesco Barletta
www.licenziamento-dimissioni.com

Contribuisci anche tu a far crescere il sito!
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui principali social network.

Nessun commento:

Posta un commento