mercoledì 16 gennaio 2013

Il licenziamento del lavoratore domestico



Nel rapporto di lavoro domestico il datore di lavoro può recedere liberamente dal contratto, a condizione che dia regolare preavviso al lavoratore.

Se tuttavia il lavoratore si rende protagonista di gravi mancanze, tali da non consentire la prosecuzione, neppure provvisoria, del rapporto di lavoro, il datore di lavoro può procedere con il licenziamento senza preavviso (c.d. licenziamento in tronco).

In questo video viene appunto analizzato il licenziamento del lavoratore domestico e la possibilità di procedere allo stesso anche in assenza di un valido motivo.

Avv. Francesco Barletta
www.licenziamento-dimissioni.com

Contribuisci anche tu a far crescere il sito!
Se ti è piaciuto questo post, condividilo sui principali social network.

Nessun commento:

Posta un commento