lunedì 15 ottobre 2012

Licenziamento del lavoratore part time che rifiuta di modificare l’orario di lavoro

Vedi anche:

Guida al Licenziamento per Insubordinazione del Dipendente. Motivi di Impugnazione, Rimedi e Tutela

Guida al Licenziamento Economico

La vicenda.

Il datore di lavoro propone ad un lavoratore assunto con contratto part time una modifica dell’orario di lavoro.

Il lavoratore si rifiuta di aderire alla proposta.

Per tale ragione il datore decide di licenziare il dipendente.

Il lavoratore contesta la decisione in giudizio ed il Tribunale di Verbania gli dà ragione, annullando il licenziamento per mancanza di giusta causa o giustificato motivo, ordinando all’azienda di reintegrare il dipendente nel proprio posto di lavoro e condannandola al pagamento delle retribuzioni non corrisposte dal giorno del licenziamento a quello della effettiva reintegra.

L’azienda tenta di dimostrare che il licenziamento è stato effettuato per ragioni inerenti l’attività produttiva e non invece a causa del rifiuto opposto dal lavoratore alla proposta di modifica dell’orario di lavoro, ma la Corte d’Appello di Torino conferma la decisione di primo grado.

Avverso tale decisione l’azienda propone ricorso per Cassazione.

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 4 settembre 2012, n.14833, dà ragione al dipendente.

E’ dunque illegittimo il licenziamento intimato dal datore di lavoro al lavoratore che rifiuta la proposta del datore di lavoro avente ad oggetto la modifica dell’orario di lavoro.

Vedi anche:



Avv. Francesco Barletta
www.licenziamento-dimissioni.com

Contribuisci anche tu a far crescere il sito!
Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui principali social network.

Nessun commento:

Posta un commento