lunedì 13 agosto 2012

L'impugnazione del licenziamento



Con la riforma Fornero, in vigore dal 18 luglio 2012, i termini per l'impugnazione del licenziamento sono stati modificati.

Diminuisce infatti, da 270 a 180 giorni, il termine per impugnare il licenziamento dinanzi al Giudice del Lavoro.

Il licenziamento, dunque, andrà sempre contestato entro 60 giorni, ad es. mediante l'invio di una lettera raccomandata al datore di lavoro, mentre entro i successivi 180 giorni dovrà essere proposto il ricorso dinanzi al Giudice del Lavoro.

I nuovi termini (60/180 gg.) si applicano a tutti i licenziamenti intimati dopo il 18 luglio 2012.

Avv. Francesco Barletta
www.licenziamento-dimissioni.com

Contribuisci anche tu a far crescere il sito!
Se ti è piaciuto questo video o questo articolo, condividilo sui principali social network.

Nessun commento:

Posta un commento